Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Accetto
30/06/2016 - UdineEconomia
twitter facebook pinterest

Il comfort nell'abitare

Il comfort nell'abitare

Quando è stata fondata nel 1998, la Biohaus di Tavagnacco era una delle aziende pioniere nel settore della bioedilizia e delle costruzioni in legno; e ora, confrontandosi con un mercato ormai maturo, vuole porsi a capo dell’innovazione in questo comparto. «All’epoca abbiamo acquisito il know-how sulle case prefabbricate in legno, che in Italia ancora non c’era, da Austria e Germania - riferisce il fondatore e AD, Sandro Gennaro - , adattandolo a quelle che sono le specificità del nostro Paese; tanto che nel 2004 abbiamo costruito a Martignacco il primo villaggio in bioedilizia a livello nazionale, con 13 ville interamente in tecnologia Biohaus. Proprio in quegli anni il mercato ha iniziato a prendere forma, altre aziende sono entrate, tanto che ora direi che il settore è quasi inflazionato: ma il nostro sforzo è quello di rimanere sempre un’azienda d’avanguardia, che si rivolge ad un target di clienti esigenti in quanto a qualità, design e comfort nell’abitare». L’obiettivo è quindi quello di costruire edifici che riducano al minimo il proprio impatto ambientale, sia in quanto a materiali di costruzione che a consumi ed emissioni una volta in uso. Le pareti Biohaus utilizzano infatti materiali come fibrogesso, fibra di legno e canapa con ben 41 diverse stratigrafie, e mirano a garantire qualità come la traspirabilità e l’isolamento termico allo stesso tempo. Questo sforzo si è concretizzato non solo nell’ottenimento di numerose certificazioni - otto quelle all’attivo, tra cui Casa Clima, PassivHaus, Pefc e Ral - ma anche nella ricerca e innovazione sul fronte dell’autosufficienza energetica degli edifici: in particolare è stato presentato quest’anno Biohaus Energy Storage, un sistema di accumulo off-grid dell’energia prodotta dal fotovoltaico, che consente di utilizzare l’energia in eccesso nei momenti in cui invece la produzione dei pannelli sarebbe insufficiente. Biohaus mira comunque ad offrire al cliente un pacchetto per una casa ecologica “chiavi in mano”, dal design degli interni, a quello degli esterni, alla domotica, all’impiantistica, grazie alla collaborazione con numerosi professionisti.

L’azienda ha un fatturato di oltre 2,5 milioni di euro e può contare su un portafoglio ordini di circa 5 milioni, in crescita del 50% nel 2015 sul 2014. Per ora il mercato è nazionale - di cui circa l’80% fuori regione - ma «stiamo per affacciarci sul mercato estero grazie ad una rete di imprese, in cui Biohaus si occuperà in particolare dell’involucro architettonico». In quanto all’obiettivo di aprire un sito produttivo in Italia annunciato lo scorso anno - al momento, per la lavorazione di base dei materiali da costruzione, Biohaus si appoggia infatti ad Austria e Slovenia - l’azienda sta ancora valutando l’opportunità: «Siamo ancora in fase di studio dell’effettiva convenienza - spiega l’AD - soprattutto per quanto riguarda il reperimento della manodopera qualificata: in Italia, infatti, il settore ha iniziato a svilupparsi meno di vent’anni fa, per cui anche la formazione professionale deve ancora svilupparsi appieno».

Gennaro riconosce anche l’apporto che la comunità friulana nello specifico ha dato allo sviluppo dell’azienda: «Indubbiamente dobbiamo molto al FVG, una delle regioni in cui la cultura del legno è più radicata, e dove c’è un forte attaccamento e rispetto per il territorio - afferma -. Ed è infatti da qui che siamo partiti, con la consapevolezza che però per crescere avremmo poi dovuto allargare i nostri orizzonti: e conto infatti che il 2016 sia per noi l’anno dell’internazionalizzazione». Già ora Biohaus conta peraltro uffici a Castiglione delle Stiviere (MN), Lissone (MB), Torino, Barberino del Mugello (FI) e Ferrara, oltre ad una rete di progettisti, fornitori e installatori su tutto il territorio nazionale. Biohaus, infine, è aperta al mondo dei professionisti e a quello della scuola. Sotto il nome di Biohaus Academy vanno infatti una serie di corsi di aggiornamento tecnico professionale per progettisti, privati, operatori del settore edile e studenti; ed ha avviato una collaborazione con l’Istituto Tecnico per Geometri G. Marinoni di Udine, allo scopo di integrare la formazione fornita dai docenti e aiutare i giovani ad inserirsi nel mondo del lavoro. Ai professionisti e alle aziende nello specifico sono poi rivolti gli Archimeeting, incontri serali gratuiti di due ore presso lo showroom di Tavagnacco.

Abiteco System S.r.l. - Via Marconi, 81/a - 33010 Tavagnacco (UD) - REA UD-245955 - abitecosystem@pecfvg.it | P.iva 02243710304 - Privacy Policy - Cookie Policy